Home - Mappa sito - Ricerca - Credits

Guerra di Crimea

Russia

foto 1 1 – Nicola I, Zar di Tutte le Russie.

Un dipinto ad olio lo ritrae con indosso la piccola uniforme da ufficiale delle Guardie del Corpo a Cavallo. Figura autocostruita. 54 mm.

 

 

 

 

foto 2 2 – Il Vice Ammiraglio Panfilov nella piccola uniforme da ufficiale dei fanti di marina. Fonte: ritratto coevo. Figura autocostruita. 54 mm..

 

 

 

 

 

foto 3 3 – Fanteria Leggera (Yegerskye Polki), capitano della compagnia Cacciatori del 32° (Kazanski) rgt..

Il cappotto nelle più svariate sfumature grigio-beige ed il casco di cuoio nero con attributi e guarnizioni in metallo giallo sono comuni a tutte le specialità di fanteria regolare russa presenti in Crimea. Fonte: artwork moderno di R. Scollins. Figura autocostruita con rielaborazione di una testa Berruto. 54 mm..

 

 

 

 

foto 4 4 – Fanteria Leggera (Yegerskye Polki), tamburino il alta uniforme.

Le uniformi da parata della fanteria russa sono caratterizzate da una tonalità di verde particolarmente scura fin dal XVIII secolo. Il grembiale è in pelliccia mentre i cuoi ed i cerchi del tamburo, per i reparti leggeri, sono entrambi neri. Fonte: artwork moderno di R. Scollins. Figura autocostruita con rielaborazione di una testa Berruto. 54 mm..

 

 

 

 

foto 5 5 – 11°(Kievski) Ussari, ufficiale in uniforme da campagna.

Il classico cappotto alla russa e la caschetta di piccola uniforme sostituiscono lo shako e il dolman. Il monogramma imperiale decora gli angoli della gualdrappa. Fonte: Viskovatov. Cavallo nudo di Michael Roberts; figura autocostruita. 54 mm..

 

 

 

 

foto 6 6 – Cannoniere di Artiglieria a Piedi.

In campagna la rimboccatura del cappotto era prevista dal regolamento, all'interno in certi casi, all'esterno in altri. Fonte: Viskovatov. Figura autocostruita; pittura F. Cheli. 54 mm..

 

 

 

 

 

foto 7 foto 7a 7 – Artiglieria a cavallo dei Cosacchi del Don a Balaclava.

Le batterie in cui impattarono i lancieri ed i dragoni leggeri britannici a Balaclava facevano parte del contingente dei Cosacchi del Don. Il copricapo svasato in alto e coperto di tela cerata è quello dei Cosacchi del Don l'uniforme dei quali è blu per gli elementi di cavalleria e verde scuro per quelli d'artiglieria. Fonte. Viskovatov. Cannone della Mountford; figure autocostruite. 54 mm..

 

 

 

 

foto 8a foto 8b 8 a b – Moschettiere e ufficiale del 24° Fanteria russa.

Anche in questo caso (vedi fig. 6) il fante ha il cappotto rimboccato all’interno. Essendo il reggimento n° 24 e quindi il secondo della 12esima divisione di fanteria di linea la spallina è bianca (secondo reggimento in ciascuna divisione) con il numero della divisione, il 12, in rosso. L’11° reggimento avrebbe la spallina rossa ed il numero 11 in bianco. La placca del casco, al centro della pelta, porta applicato il numero 24 reggimentale. Sotto la rosetta che serve da attacco del sottogola con il casco è visibile la coccarda bianco/arancione del’impero russo. Pezzi unici (teste Berruto). 54 mm..

 

 

 

Torna su.